Arredamento stile coloniale

0

L’arredamento stile coloniale risale all’epoca delle prime colonizzazioni, quando gli Europei entrarono in contatto con culture diverse dalla propria. Per questo motivo lo stile coloniale mantiene uno stretto legame con lo stile etnico, in quanto attraverso queste contaminazioni con altre popolazioni lo stile d’arredo europeo si arricchì di nuovi elementi, appunto “etnici”. Questo tipo di arredamento è per lo più di tipo classico; in quanto caratterizzato da un’evoluzione dei mobili inglesi, olandesi e d’altre nazioni colonizzatrici, che inserirono all’interno del proprio mobilio un tocco di esotismo.

Definire questo stile secondo una linea dominante precisa è praticamente impossibile, poiché le influenze subite dal mobilio europeo furono di svariata natura a seconda dei popoli con cui vennero in contatto, dall’India, all’America, all’Africa. Quando si parla dunque di “stile coloniale” è necessario pensare a un arredamento classico ma versatile, un mix di tendenze in grado di creare ambienti piacevoli e funzionali. Molto sviluppati furono lo stile coloniale americano, che si affermò come una vera moda, per altro tuttora in voga, e lo stile a tendenza orientale. Lo stile coloniale americano fu caratterizzato da dettagli artigianali e linee decorative molto semplici, con il ricorso a tessuti grezzi, allo scopo di creare ambienti dotati di praticità e sobrietà. I legni maggiormente usati furono noce, quercia e mogano. Lo stile di arredamento orientale fu di gran lunga più armonico e raffinato, in quanto orientato più alla bellezza che alla funzionalità. In questo tipo d’arredo fecero la differenza stoffe di rivestimento e tendaggi realizzati con tessuti tipicamente orientali.

Con lo stile di arredamento coloniale si ebbero così mobili europei realizzati con materiali esotici come il bambù o il teak, il batik e il palissandro, oppure in legno massiccio naturale, dalle linee essenziali, furono introdotti elementi in vimini, e pelle, soprammobili di legno e porcellana, e le tinte furono principalmente tenui, in contrasto con i toni più o meno scuri del mobilio. Questo stile ebbe come prima regola l’attenzione alla praticità e il ricorso a evidenti tratti rustici.

Se sceglierete di arredare la vostra casa, o alcune stanze di essa, con questo stile otterrete un risultato chic ed accogliente allo stesso tempo, in grado di creare atmosfere confortevoli. Per ottenere un buon risultato dovete però ricordare che si tratta di una tendenza mista e quindi è necessario creare il giusto equilibrio fra i diversi stili introdotti, al fine di evitare una caduta nell’eccesso e nell’appesantimento. Il profumo delle terre lontane, assieme alla classicità delle linee, diventerà parte integrante della vostra casa, donandole un fascino suggestivo.

Share.