Sei sicuro che la tua sedia da ufficio faccia bene alla tua salute?

0

Ci sono cose a cui si dà poca importanza ma che incidono sulla nostra salute più di quanto ci si aspetterebbe. Un classico? La sedia da ufficio! Molti si preoccupano che stia bene con la scrivania, che abbia un colore avvincente o un design d’effetto, ma pochi fanno attenzione alla sua qualità per la salute. Eppure una sedia sbagliata, troppo alta, troppo bassa, incompleta, fatta male può dare origine a molteplici problemi in primis alla schiena, ma non solo.

La sedia da ufficio su cui si trascorrono diverse ore seduti deve essere ergonomica, di buona qualità e strutturata correttamente, e se non è così va sostituita o sistemata, senza attendere prima di riscontrare problemi di salute. Ricordiamo infatti che il mal di schiena è un cattivo compagno di vita che ha conseguenze anche gravi. Di conseguenza evitiamo che insorga sin dal principio prendendoci cura della nostra postazione di lavoro: è una coccola non di poca importanza.

La sedia ergonomica

La miglior maniera per prevenire e scongiurare il mal di schiena è avere una postazione di lavoro adeguata. Il cuore di tutto è la sedia. Schienale, base, braccioli e ruote per sedie devono essere di buona qualità, ben strutturati e ben disposti. La sedia deve essere correttamente proporzionata in altezza rispetto alla scrivania, che deve arrivare ai gomiti. Il monitor del pc dovrebbe essere all’altezza degli occhi. Le spalle dovrebbero essere rilassate, il busto dritto, i piedi appoggiati sul pavimento.

Una buona sedia ergonomica segue le curve fisiologiche della schiena che così resta ben appoggiata durante il lavoro. La parte bassa sarà quindi incurvata all’interno. I braccioli consentono di appoggiare gli avanbracci per formare un angolo retto con la parte alta del braccio. In linea retta ci sarà la mano che sarà appoggiata a un cuscinetto qualora si utilizzi il mouse.

Il mal di schiena da cattiva postura

14 milioni di Italiani soffrono di mal di schiena. Chi se lo sarebbe immaginato? Eppure le statistiche parlano proprio di questi numeri. Superficialmente si potrebbe pensare che sia un problema di chi alza pesi, eppure sono molti di più coloro che lavorano seduti ad accusare il problema. In pole position per il mal di schiena ci sono gli impiegati d’ufficio.

La causa è che le persone sottovalutano dettagli come la comodità della sedia da ufficio. Le parti più soggette a problemi in relazione a questo arredo sono la zona cervicale e la lombare. Queste parti della colonna sono particolarmente soggette a carico per via di una postura errata. Anche se la schiena è flessibile mantenere un carico anche leggero a lungo può essere davvero fatale.

Già di per sé in ufficio si tende a stare inarcati in avanti, se la sedia non aiuta il danno è fatto presto. I muscoli si irrigidiscono e così la normale flessibilità della colonna viene meno. Per coloro che utilizzano il computer si hanno spesso anche problemi a gomiti e spalle. Utilizzare una sedia ergonomica non fa miracoli se comunque non si sta ben posizionati, ma è una base essenziale da cui partire per farlo in modo naturale.

Share.